Ftse Mib prova allungo verso 21.800 punti, Eni al test delle resistenze

Scritto il alle 14:35 da redazione [email protected]

Dopo lo stacco dei dividendi che ha interessato diversi componente del paniere FTSE Mib, l’indice di riferimento di Piazza Affari quest’oggi prova a ripartire al rialzo. La tenuta dei supporti statici di breve di area 21.200 punti sembra infatti un elemento che potrebbe riportare le quotazioni del FTSE Mib in prossimità dei massimi di periodo registrati in area 21.800 punti. All’interno di questo scenario, e in vista della riunione dell’Opec del prossimo 25 maggio, da monitorare l’andamento di Borsa di Eni. Il titolo del cane a sei zampe si trova in fatto in prossimità di un livello ricco di resistenze sia dinamiche che statiche poste nell’intervallo tra i 15,20 e i 15,45 euro. Per quanto invece riguarda Intesa Sanpaolo, che ieri ha staccato un dividendo di quasi 18 centesimi di euro per azione, molto importante sarà l’evoluzione dei prezzi delle prossime sedute. Il recupero odierno potrebbe infatti rappresentare un movimento tecnico quale il pullback della trendline rialzista violata al ribasso ieri in scia allo stacco della cedola.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Stoxx Giornaliero Buongiorno, prosegue la fase ribassista del ciclo mensile inverso che è ar
Apertura sotto la parità con volatilità ridotta per il Ftse Mib nell'ultima seduta della settima
Questo post era già pronto da un paio di giorni e ma come spesso accade di questi tempi davve
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ultimo giorno di versione integrale dei grafici da non perdere. Avvicinandomi ai mercati finanzia
Piazza Affari consolida i rialzi e scambia ancora in trading range. L'indice FTSE Mib veleggia fra i
Il confronto avviato lo scorso anno fra i sindacati ed il governo sulle pensioni, ha permesso di giu
Era assolutamente scontato un “nulla di fatto” sui tassi di interesse, al FOMC chiusosi ieri