Nasdaq 100 ha completato test supporto chiave a 5.600 punti. Banco Bpm, necessaria chiusura sopra 3 euro

Scritto il alle 10:10 da redazione [email protected]

Il mercato italiano termina oggi la settimana e il mese di giugno, trascorso all’insegna dell’impasse operativo con le quotazioni all’interno di un ampio trading range costituito inferiormente dai supporti a 20.570 punti e superiormente dalle resistenze a 21.200 punti.

Focus sulle banche che potrebbero trovare nuova linfa dal’approvazione del piano di ristrutturazione Mps da parte delle autorità europee. Quadro tecnico tonico per Banco Bpm che nel corso della settimana si è lasciato alle spalle le ex resistenze statiche a quota 2,88 euro ed ora potrebbe esser pronto al decisivo attacco alla soglia psicologica collocata a 3 euro. Necessaria una chiusura sopra questo livello per confermare il momentum di forza del titolo.

Oltreoceano il settore tecnologico continua a catalizzare l’attenzione degli operatori. L’indice NASDAQ 100 ha completato ieri il test dei supporti statici a 5.600 punti, e dopo aver scaricato le pressioni in vendita potrebbe esser pronto per ripartire. In tal senso una prima di forza arriverebbe con il ritorno sopra i 5.640 punti con proiezioni teoriche sino al target a 5.800 punti e stop sotto i minimi di maggio a 5.568 punti.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
Nasdaq 100 ha completato test supporto chiave a 5.600 punti. Banco Bpm, necessaria chiusura sopra 3 euro, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
FTSE Mib: Apre in lieve ribasso il listino italiano dopo aver evidenziato ieri una seduta interloc
Come già detto negli ultimi giorni continuiamo ad ignorare i dati provenienti dall'economia ame
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Oggi rinnoviamo la previsione del FTSEMIB nel medio lungo periodo. Come possiamo vedere dall’im
Lo abbiamo scritto più volte, le banche centrali, sono le principali responsabili di questa cri
FTSE Mib: il listino italiano oggi in apertura conferma il rimbalzo delle due sedute precedenti anda
A conclusione del confronto svolto con le Organizzazioni sindacali sugli interventi di natura social
Non ci sono particolari novità, anche se lo SP500 ha dato qualche segnale di debolezza. La situaz