FTSE Mib: segnali di rafforzamento della pressione ribassista su grafico settimanale

Immagine anteprima YouTube

Piazza Affari colta sulla debolezza dalla settimana entrante. Da un’analisi condotta su time frame settimanale emergono infatti segnali di rafforzamento della pressione ribassista, con supporto a controllo della fase attuale stimato a 22.325-22.300 punti. La tenuta di questo sostegno grafico rappresenta la condizione necessaria ad un rimbalzo, ma non sufficiente a far ripartire il trend primario con la medesima intensità.

Titolo sotto la lente. Segnali di indebolimento sui titoli del settore oil che risentono del contatto con importanti barriere grafiche. Eni non è riuscita a superare quota 14 euro e la flessione dei giorni scorsi potrebbe alimentare nuovi ingressi nel breve e brevissimo, finalizzati ad un balzo di prezzo in direzione di quota 14 euro.

Total in leggera flessione offre la possibilità di ingressi sulla debolezza in area 45,30 euro con target collocato a ridosso delle barriere statiche a 45,90 e 46 euro.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
FTSE Mib: segnali di rafforzamento della pressione ribassista su grafico settimanale, 10.0 out of 10 based on 1 rating
Nessun commento Commenta

Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ci vuole davvero una sana dose di autocontrollo da parte mia in questa immensa crisi antropologi
Ftse Mib: apre in gap up l'indicie italiano che riprende di mira i 22.500 punti, primo livello di re
Il governo Monti ( 2011/12) e in una breve parentesi il governo Letta (aprile 2013/febbraio 2014), h
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Concerti segreti, mostre di artisti emergenti, presentazioni di libri e chef, pranzi e cene con sc
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Mera statistica. Prendiamo la somma di azionario e obbligazioni corporate, rapportate al PIL.
Ftse Mib: le tensioni tra USA e CINA sono entrate in una spirale negativa di botta e risposta che no
  Il protezionismo torna ad essere l’assoluto protagonista del momento. Il timore di nuovi