Il Nasdaq 100 consolida le quotazioni oltre 6.575 punti. Spunto rialzista per STM

Scritto il alle 10:17 da redazione [email protected]

FTSE Mib chiamato alla riconquista di quota 22mila punti questa mattina. Il basket nei primi minuti di negoziazione è tornato a scambiare sopra questo importante livello psicologico, perso di vista sul finire del 2017. Al movimento di stamane hanno giovato due fattori: la tenuta dei supporti statici a 21.830 punti, testati ieri, e quelli dinamici espressi dalla media mobile a 200 periodi testati il 2 gennaio.

Focus sul Nasdaq 100 negli Usa, un indice che molti analisti vedono favorito rispetto al più ampio Nasdaq Composite e che prottrebbe raggiungere quota 7.000 punti nella prima parte di anno consolidando la lineare tendenza rialzista che interessa l’indice dal 4 novembre del 2016.

Spunto operativo su STM che con il movimento di ieri sta tentando di invertire la rotta di breve termine e riconquistare quota 20 euro.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

CESI ancora protagonista con VIX e grafico SP500 Le trimestrali USA hanno sicuramente contribuito
Un gruppo internazionale di banche centrali e autorità di vigilanza finanziaria hanno chiesto l’i
Mercato ai massimi storici, e anche il COT Report ci fa vedere un mercato con le mani forti che si
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
In aiuto a chi cerca il lavoro giusto arriva Job Match, una piattaforma intelligente che mostra
Una pioggia di dividendi sta per arrivare a Piazza Affari. La stagione per alcuni titoli del Ftse Mi
Niente di nuovo sotto il cielo delle valute mondiali, il dollaro continua a dettare legge ovunqu
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib: prosegue l'ottimismo sui mercati internazionali, con gli indici americani che segnano nuov
Colgo l’occasione per ricordare che spesso, per quanto riguarda l'invio dei manoscritti di Machiav