FTSE Mib al test dei supporti a 22860 punti. L’Eurostoxx si muove verso i minimi del 2 gennaio 2018

Umore nero sui mercati europei questa mattina. I principali indici azionari del Continente hanno aperto in gap ribassista rispetto alla chiusura di venerdì, segnalando che la debolezza mostrata in chiusura della scorsa ottava non ha ancora esacerbato tutto il suo potenziale.

FTSEMIB. L’indice italiano si è portato sotto 23mila punti andando al test del supporto statico a 22.860 punti. L’oscillatore RSI ha incrociato al ribasso quota 50 senza raggiungere il valore di ipervenduto, segnalando che vi potrebbero essere ancora spazi per muoversi verso il basso.

Eurostoxx 50. L’indice ha rotto i supporti a 3.500 punti e si sta muovendo verso i minimi del 2 gennaio scorso. Sotto questi livelli diventa più concreta la possibilità di raggiungere quota 3.400 punti entro tempi stretti.

DAX. Quadro tecnico negativo per il mercato tedesco, che questa mattina si sta muovendo ancora sotto i 12.847 punti. Si potrebbero presentare possibilità di recupero della tendenza a contatto con quota 12.615 punti, per un movimento finalizzato a testare il cambio di stato dell’ex supporto a 12.847 punti.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

  Le slides qui sopra parlano chiaro. Se chiediamo a specialisti del settore qual'è il
Lo so che posso sembrare ripetitivo ma la finanza ed i mercati non si stravolgono ogni giorno e
Seduta con partenza in calo per tutta l'Europa in vista della settimana di Ferragosto. I principali
Prima la buona notizia per tutti coloro che credono nel nostro viaggio, nelle nostre visioni...
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
E siamo di nuovo qui a parlare di Poste Italiane. Non prendetela come una guerra personale nei
Presto gli auricolari potrebbero cadere in disuso. Ascoltare la musica, parlare al telefono, ma non
Grazie alla crisi di credibilità politica, il nostro debito pubblico è salito sulle montagne r
Grazie alla crisi di credibilità politica, il nostro debito pubblico è salito sulle montagne r