Ftse Mib: cerca di consolidare sopra 22.000 punti. Enel si riporta a 4,8 euro

Scritto il alle 10:37 da redazione [email protected]

Ftse Mib: l’indice tricolore italiano ieri ha dato un primo segnale positivo ma è ancora presto per parlare di scampato pericolo. Quelle di ieri infatti potrebbero essere solo coperture degli short avviati precedentemente. Bisognerà aspettare dunque conferme con il superamento del range di prezzo tra 22.830 e 23.000 punti per parlare di ripresa di forza dell’indice. Volumi di ieri, bassi, e RSI, sembrano confermare quanto detto.

Enel e Terna: le due utilities avviano il recupero, beneficiando della riduzione dei rendimenti dei titoli di Stato italiani. Enel prende di mira la prima resistenza a 4,8 euro. Terna supera i 4,6 euro che dovrà confermare oggi, per partire al rialzo con target 4,8 euro.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Ftse Mib: l'indice italiano rimane ancorato alla resistenza statica dei 20.236 punti. Poco sopra pas
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
La legge di bilancio 2017  ha istituito la RITA (Rendita Integrativa Temporanea Anticipata), in via
E certo che non è magica la data del primo di marzo, mica abbiamo bisogno di decidere qualcosa
Aggiornamento sul CESI, il Citigroup Economic Surprise Index, l’indice che misura gli scostame
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mentre Roma è la prima città italiana in cui i turisti sono distribuiti durante tutto l’anno a l
Problemi strutturali come la crisi demografica correlata con il debito pubblico. Cosa si sta facen
Avvio di seduta poco mosso per il Ftse Mib. L’indice di Piazza affari si muove non lontano da quot
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec