Piazza Affari: Ftse Mib punta a recuperare quota 22.500 punti

Ftse Mib: dopo la rottura di ieri dei 22.500 punti l’indice tricolore oggi intende recuperare tale livello. In realtà già la chiusura di ieri ne ha mostrato le intenzioni. Infatti, con precisione chirurgica, i prezzi si sono arrestati sulla parte bassa del canale ribassista che orienta i prezzi da alcune sedute e dove si colloca anche il supporto statico dei 22.264 punti (61,8% di Fibonacci). Da qui l’indice ha avviato un netto recupero ed ora cerca la rottura della parte alta del canale.

Amplifon: dopo i massimi storici raggiunti il 26 gennaio a 14,61 euro il titolo ha avviato una fase di correzione. I prezzi ora rimangono tra il supporto statico dei 13,22 euro e la resistenza dei 13,7 euro. Importante per un recupero di forza la rottura di tale resistenza con primo target a 14 euro e successivamente sui massimi su citati. Sotto 13,21 e soprattutto 12,7 euro, il quadro grafico sarà in deterioramento con supporto strategico a 12 euro, dove passa anche la trend line rialzista di lunghissimo periodo.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Permettetemi un “off topics” sulla questione privacy e social network  . Credo che tut
Nonostante il mercato americano chiuso per il Martin Luther King day, gli scambi sugli altri sottost
Scheda con migliori rendimenti, scadenze, taglio minimo, codice ISIN delle obbligazioni corporate
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2019/2020 (range 15017/25483 ) [ i
Dopo un ottimo 2021, i mercati prendono una pausa di riflessione. Ma nulla oltre ad una classica
Mentre l'America riposa onorando il Martin Luter King Day, due parole sugli ultimi dati arrivati
  Se chiediamo ad un gestore o ad un consulente quali siano i pericolo per il 2021, potremmo
Apertura debole per i mercati europei complice la chiusura di Wall Street per le celebrazioni dedic
Guest post: Trading Room #388. L'inizio 2021 è stato sicuramente positivo ma adesso occorre prend
Open interest e movimentazioni monetarie. Chiusa la scadenza di Gennaio andiamo a vedere come si