Ftse Mib: avvio poco mosso. Facebook ben impostato per puntare ai 188 dollari

Scritto il alle 10:23 da redazione [email protected]

Ftse Mib: l’indice italiano è riuscito a superare il ritracciamento di Fibonacci del 38,2% a 20.471 punti di tutto l’uptrend avviato a dicembre 2018. Il prossimo obiettivo di breve sono i 20.700 punti. Con il break di tale livello, il Ftse Mib avrebbe tutte le carte in regola per spingersi fino ai 21.000 punti. Al ribasso invece, fondamentale sarà la tenuta della fascia di prezzo compresa tra 20.236 punti e la media mobile 200 periodi.

Facebook: dopo aver fallito il break dei 200 dollari lo scorso aprile, il titolo ha iniziato a scendere fino a ripiombare sulla media mobile 200 periodi. Dal 4 di giugno è iniziato poi un graduale recupero che riportato Facebook sopra quota 177 dollari. In tale scenario, al rialzo, con il superamento dei 188 dollari, il titolo potrebbe mettere nel mirino i successivi target a 200 e 218 dollari. Al ribasso, invece, importante sarà la tenuta del supporto statico collocato a 160 dollari.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Non dilunghiamoci sul ruolo che i titoli tech hanno avuto su questo rally di borsa. E come avret
Non dilunghiamoci sul ruolo che i titoli tech hanno avuto su questo rally di borsa. E come avret
Qualche giorno fa l’amico Marco ci ha parlato di una nuova asset class, perché di questo si t
Mentre gli americani festeggiano il loro giorno del Ringraziamento, aiutati dagli psicopatici ch
Tabella di analisi delle società quotate su Borsa Italiana con dividendi, debito, price earning e p
Eccoci qui per un veloce aggiornamento su uno dei titoli long che in molti abbiamo in portafoglio ov
Aggiornamento dei posizionamenti monetari. Sulle mibo prosegue il continuo aumento di posizioni p
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
L’interesse nei confronti della Cina è molto alto. È stato il primo a ripartire dalla crisi