Ftse Mib: inarrestabile la scalata sopra i massimi di ottobre 2009. Prosegue il rally di Prysmian

Ftse Mib: l’indice italiano viaggia sui livelli che non si vedevano dal lontano ottobre 2009, cercando di infrangere l’importante barriera storica in area 24.500 punti. Un segnale importante, ma la cautela è d’obbligo perché il movimento è stato accompagnato da volumi in calo e bassa volatilità. Quindi meglio aspettare una chiusura settimanale consistente sopra 24.500 punti per confermare la rottura effettiva di questo livello importante.

Prysmian: il titolo si è riportato sui massimi da agosto 2018. Il rally è iniziato dopo il test di area 20 euro e , superato l’ultimo ostacolo a 23,6 euro, Prysmian potrebbe mettere nel mirino area 25 euro. Al ribasso, invece, la rottura del dei 22 euro darebbe solo un primo segnale di debolezza.

Telecom Italia: il movimento ribassista, avviato alla fine dello scorso anno, ha portato Telecom a infrangere diversi supporti importanti fino a retest dei 47 centesimi, da cui è partito un tentativo di rimbalzo. Ora il titolo si trova di nuovo a confrontarsi con una zona di resistenza importante rappresentata dal livello statico dei 50 centesimi e dalla media mobile 200 periodi.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Chiusura positiva per i mercati nell'ultima seduta della settimana. Interessante vedere in ambito
Divergenza nei settori, nella sperequazione economica, nelle performance dei mercati. E il grande
Ftse Mib. L'indice si allontana da quota 19.000 punti. I prossimi supporti al ribasso si collocano
Un'immagine che vale più di mille parole, il nostro Rich è un disegnatore strepitoso, la calma
Se dovessimo guardare il mercato obbligazionario, mi verrebbe quasi da chiedermi se veramente va
Queste le movimentazioni monetarie sul mercato dei derivati. Sulle Mibo netta chiusura di posizio
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mercati: persiste la debolezza sui mercati internazionali. Ieri brutta chiusura per il Nasdaq 100. D
Nonostante i ribassi di questi ultimi giorni c'è ancora poco interesse da parte degli operatori a m
Come era prevedibile, il mercato si muove come un orologio e in ambito intermarket notiamo quant