Ftse Mib: la cautela porta l’indice sotto quota 17.000 punti. Prosegue la corsa di Azimut verso 15 euro

Scritto il alle 10:18 da redazione [email protected]

Ftse Mib. L’indice italiano torna sotto quota 17.000 punti, dopo la candela di forte incertezza esibita ieri. Sarà importnate mantenere 16.000 punti per evitare ricadute verso 14.894 punti. L’eventuale break di quest’ultimo livello, soprattutto settimanale, confermerebbe il sentiment avverso per l’indice.

Amplifon. Il titolo si trova proprio in corrispondenza del livello chiave in area 20 euro. Il movimento ascendente è iniziato dopo che il titolo ha toccato il minimo dal gennaio 2019 a 14,83 euro. Positiva già oggi una chiusura sopra 20 euro per poi puntare alle successive resistenze.

Azimut. Sale ancora Azimut dopo aver incassato ieri oltre il +10%. Dal minimo a 10,25 euro, Azimut ha avviato un forte rimbalzo portandosi oltre quota 13 euro. Per un’ulteriore conferma del movimento rialzista bisognerà attendere almeno il break dei 15 euro, dove passa il 61,8% di Fibonacci di tutto l’uptrend avviato a dicembre 2018.

Immagine anteprima YouTube

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
Nessun commento Commenta

Ftse Mib. L'indice italiano torna a sfidare nuovamente quota 17.000 punti. Prevale anche oggi la cau
Tutto rimandato di due settimane. Non viene raggiunto l’accordo dai leader dell’Unione Europea
Alla fine qualcuno al governo, probabilmente il Movimento Cinque Stelle, o meglio quei pochi che
Nonostante le perfomance rialziste, in particolar modo su S&p che non smette mai di stupire, gli
FED e BCE unite in un Unlimited QE. Manca all'appello la PBoC ma arriverà anche lei. Intanto il m
Ieri negli USA abbiamo avuto la conferma che la situazione economica si sta velocemente deterior
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Ftse Mib. L'indice italiano torna sotto quota 17.000 punti, dopo la candela di forte incertezza es
Era ovvio che alla fine l’accordo sarebbe stato raggiunto. Ieri sera il Senato degli Stati Uni
Prosegue l'aggiornamento delle movimentazioni monetarie sui derivati Idem, Eurex e Cme. Sulle Mibo