Archivi tag: stm

Scritto il alle 10:13 da redazione [email protected]

Ftse Mib. Dopo la rottura della ex trend line rialzista che ha accompagnato i corsi da metà febbraio, l’indice ha tentato di impostare il rimbalzo dal supporto a 19.174 punti, che si è già fermato. Per avere un primo segnale positivo si dovrà … Continua a leggere

Scritto il alle 10:54 da redazione [email protected]

Ftse Mib. L’indice ha digerito male l’esito dell’ultima riunione della Fed e il crollo del Pil Usa e tedesco, prendendo notevolmente le distanze dai 20.000 punti e arrivando quasi al test del supporto chiave a 19.174 punti. Al rialzo, invece, bisognerà … Continua a leggere

Scritto il alle 10:40 da redazione [email protected]

Ftse Mib. L’indice, grazie alla sponda dell’accordo raggiunto sul Recovery Plan, sta cercando di accorciare le distanze dal test importante del 61,8% di Fibonacci a 21.155 punti. Al ribasso, invece, il primo supporto statico è quello dei 19.174 punti. Nexi. Il titolo … Continua a leggere

Scritto il alle 10:19 da redazione [email protected]

Ftse Mib. L’indice riparte in forte rialzo dopo aver cercato ieri il break del 38,2% di Fibonacci a 18.481 punti. Per dare forza al rimbalzo si dovrà almeno attendere il recupero dei 19.818 per poi mettere nel mirino il 61,8% … Continua a leggere

Scritto il alle 10:03 da redazione [email protected]

Ftse Mib. L’indice torna a confrontarsi con la trend line rialzista di breve costruita sui minimi di marzo e aprile 2020. A far indietreggiare l’indice il livello chiave dei 17.659 punti, ostacolo che ha bloccato più volte l’ascesa del Ftse Mib. Spotify. Il … Continua a leggere

Scritto il alle 10:20 da redazione [email protected]

Ftse Mib. Oggi cauto dopo aver solo sfiorato ieri la resistenza collocata a 17.659 punti, livello che nell’ultimo mese ha bloccato l’ascesa dell’indice. Il nulla di fatto alla riunione di ieri dell’Eurogruppo non aiuta oggi il Ftse Mib che resta … Continua a leggere

Scritto il alle 10:43 da redazione [email protected]

Ftse Mib: oggi il Ftse Mib ci riprova a rimbalzare dopo il tentativo fallito della seduta di ieri che si è chiusa in calo di oltre il 3%. RSI stazione ancora in ipervenduto confermando che le pressioni ribassiste sono ancora molto … Continua a leggere

Scritto il alle 11:00 da redazione [email protected]

Ftse Mib: l’indice italiano ha fallito il primo test della resistenza collocata tra 22.300 e 22.600 punti. La situazione rimane critica nonostante il taglio dei tassi operato dalla FED che è suonato come un forte campanello d’allarme per l’economia americana. … Continua a leggere

Ftse Mib: l’indice mette nel mirino i 23.000 punti. In caso di superamento di tale livello primi target a 23.500 e 23.600 punti. Il quadro grafico di medio termine rimane rialzista. Tesla: dopo i conti trimestrali che hanno evidenziato utili … Continua a leggere

Scritto il alle 10:21 da redazione [email protected]

Ftse Mib: avvia la seduta in ribasso dopo aver toccato ieri i massimi da luglio 2018. 22.000 punti è il livello importante che se infranto con la giusta forza spalancherebbe le porte ad ulteriori rialzi anche verso 24.000 punti. A … Continua a leggere

FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Si conferma la forza del mercato. Le mani forti non mollano l'osso. Anche se siamo in una fase s
Raoul Pal, consulente finanziario di fama internazionale, fondatore di Global Macro Investor, n
Come spesso accade sotto l'ombrellone, nel fine settimana il ministro di Storia Gualtieri, proba
Il cross Eur Usd si dimostra molto interessante in questa fase di mercato Nel video TRENDS del We
Le movimentazioni monetarie degli ultimi due giorni di borsa mostrano l'indice Ftsemib in netta cont
Analisi Tecnica Perdiamo il canale rialzista e con long black anche i 19300... La doji di indecisi
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
I dati macro di venerdi hanno dato un po' di positività in più ma attenzione, in ambito intermar
Iniziamo con una bella notizia, nuovi minimi sul rendimento trentennale dei nostri tesorucci